Acli Provinciali di Brescia
eventi e iniziative
Vite sospese. Evento per l'accoglienza
attività acli / Eventi e iniziative / Vite sospese. Evento per l'accoglienza

Sabato 21 novembre avrebbe dovuto tenersi a Brescia l'edizione 2020 della Marcia per l'accoglienza, che da alcuni anni vede la partecipazione di migliaia di persone e l'adesione di molte associazioni, gruppi, amministrazioni della nostra provincia.

Nel rispetto delle normative relative al contenimento del Covid-19 la marcia è stata sospesa, ma si è deciso comunque di mantenere l'appuntamento per non dimenticare le migliaia di persone in cerca di vita; con uno sguardo particolare alla rotta balcanica dove i respingimenti a catena hanno creato numerosi campi e tendopoli nei quali i migranti vivono in condizioni disumane.

Sabato 21 novembre alle ore 17 si terrà quindi un incontro on line con la testimonianza di operatori e volontari e l'avvio di una campagna di raccolta fondi e indumenti.

 

VITE SOSPESE - Lungo la rotta balcanica

Difesa dei diritti e aiuto alle persone in fuga

 

Diretta facebook sulla pagina di "Io accolgo - Brescia

 

Interventi:

Silvia Maraone project manager IPSIA BiH
Marta Prandelli Vicepresidente Croce Rossa Italia - Comitato di Brescia
Diego Saccora operatore sociale attivista Associazione Lungo La Rotta
Collegamento con referente Mediterranea dalla Nave Mare Ionio ormeggiata a Venezia

Moderatore
Agostino Zanotti
Comitato #IOACCOLGO - Brescia

 

RACCOLTA FONDI

per bisogni emergenziali in loco sotto la supervisione di Ipsia Acli e Croce Rossa di Bihac

RACCOLTA INDUMENTI INVERNALI

 

“Perchè siamo sottoposti a trattamenti così disumani?” M’zia Jafari 30 anni, nato in Afghanistan.

Quella balcanica non è l’unica via diretta in Europa. Per mare o per terra sono migliaia le persone che in questi anni hanno attraversato (o tentato di farlo) le frontiere dell’Unione europea. Il 5 settembre 2015 veniva ritrovato sulle spiagge turche il corpo senza vita di Alan Kurdi, bimbo curdo-siriano di tre anni. Era finito in mare nel tentativo di raggiungere le isole greche. Non era il primo annegamento di quell’anno: il 18 aprile infatti almeno 700 persone erano morte in un naufragio al largo di Lampedusa.

Dal 2016, mentre la situazione in Medio Oriente peggiora e la Turchia diventa il delegato dell’UE nel controllo delle frontiere, i governi europei hanno solo una risposta: l’approccio “hotspot”. Il rapporto MSF del 2017 “Games of violence”, denuncia, attraverso referti medici e testimonianze raccolte in Serbia, gli abusi perpretati dalle polizie ungheresi, bulgare e croate sui minori.
Tra il 2018 e il 2020 nella Federazione di Bosnia ed Erzegovina vengono costituiti numerosi campi e la tendopoli di Vucjak, chiusa dopo 7 mesi di rastrellamenti e deportazioni da parte delle forze dell’ordine bosniache con l’avallo delle autorità locali. A seguire numerosi respingimenti a catena dalla Croazia in Bosnia o in Serbia, oppure dalla Slovenia e anche dall’Italia verso la Croazia.

Le organizzazioni attive a favore dei migranti sono finite sotto i riflettori per il loro lavoro di denuncia e hanno subito accuse, vessazioni e controlli da parte delle forze dell’ordine che ne hanno criminalizzato l’operato, costringendone alcune a sciogliersi e dismettere le attività.

 

COSA CHIEDIAMO

Con questo evento intendiamo ribadire che gli stati membri dell’UE sono tenuti a garantire il rispetto del diritto d’asilo, sancito dalla Convenzione di Ginevra del 1951 sui rifugiati, dalla Carta dei diritti fondamentali dell’UE (art 18) e dall’insieme di norme che compongono il sistema comune europeo sull’asilo.

Partecipa e seguici in streaming sulla pagina di IO ACCOLGO - BRESCIA sabato 21 novembre alle 17h00, e sostieni la nostra campagna di aiuto VITE SOSPESE: raccoglieremo donazioni e indumenti invernali da recapitare a Bihac a favore della Croce Rossa locale e dell’associazione IPSIA ACLI, attiva sul campo da anni.

 

COME PUOI AIUTARCI

Dona mediante Bonifico su CC Bambine e Bambini del Mondo ODV - Banca Popolare Etica - Filiale di Brescia Iban
IT48 M050 1811 2000 0001 1090 339 - Causale: Erogazione Liberale per Vite Sospese
Raccogli indumenti o scarpe che rispondono alla nostra richiesta, igienizzali in modo corretto riponendoli in un sacco di plastica e, se a dicembre il nuovo DPCM lo consentirà, consegnali ai seguenti indirizzi, nei giorni e negli orari che verranno comunicati sulla pagina Facebook Io accolgo - Brescia • Bottega Alta di Rezzato, Via G. Perlasca, 28, Rezzato BS - 030 2592917 • presso Loredana Panicola, via Francesco Lana 7, Brescia 3285449201 tutti i giorni negli orari 10-12 e 16-20 • Eventuali nuove sedi. Se puoi compila il modulo che trovi al link di seguito, cosi? potremo contattarti per darti informazioni sulla raccolta appena avremo novità https://forms.gle/xmT9aTbgsVdGtYP57

• Abbigliamento da uomo: giacche a vento impermeabili S M L, pantaloni e magliette taglie S e M, passamontagna, berretti e guanti, mutande e calze pesanti • Sacchi a pelo, coperte, tende piccole • Scarpe tipo trekking o da passeggiata (no running! no scarpette leggere! no scarpe da città!) dal 39 al 44

 

 

Quando
Sabato 21 novembre 2020 dalle ore 17:00
DOCUMENTI
Attività ACLI
Battaglie sociali Rassegna stampa Comunicati e articoli Documenti e progetti Eventi e iniziative
I prossimi eventi
11
VEN
- vedi tutti gli eventi -
Forse ti può interessare...