Home / Calendario associativo / Newsletter / Leggi la posta / Link associativi  
 
 
  Acli Provinciali di Brescia
  Attivit√† Acli_Eventi e iniziative
Feed RSS Feed RSS  
   
 
 
  Sabato 13 ottobre 2018 dalle ore 14:30  
     
     
  partenza da Largo Formentone - Brescia  
Marcia "Restiamo umani"

     
  scarica il volantino
(450 KB)
 
     
 
Evento
Marcia "Restiamo umani"

Iniziativa promossa da Campagna accoglienza, Comitato articolo 10 e 
Consulta per la Pace del Comune di Brescia

Con il Patrocinio del Comune di Brescia e l'adesione di numerose associazioni (tra le quali le Acli provinciali di Brescia)

RESTIAMO UMANI - IN MARCIA
per soccorrere, accogliere, integrare, unire

BRESCIA (partenza da Largo Formentone)

sabato 13 ottobre 2018 - ore 14.30

 

Siamo alla quarta edizione della marcia per l’accoglienza, un’iniziativa che rende visibile la volontà e l’impegno di cittadini, associazioni, enti locali, e migranti nella difesa dei principi fondamentali della Costituzione Italiana e della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani. Principi di solidarietà, giustizia, eguaglianza e pace sono minacciati dal diffondersi di un clima sociale e politico segnato da diffidenza, disprezzo e aggressività verso l’altro, il diverso, lo straniero. Un clima ostile che si abbatte non solo sui migranti, ma anche su ONG, associazioni del terzo settore, cittadini solidali e tutti coloro che agiscono per salvare vite umane.
Nel 2018 il numero degli arrivi in Italia di persone in fuga da guerre, carestie, disastri ambientali, è diminuito drasticamente. Alcuni plaudono a questo risultato. Ma qual è il prezzo? Solo nei mesi di giugno e luglio si sono registrati 721 morti. La rotta del Mediterraneo è la più pericolosa: secondo le ricerche ISPI “muore una persona su dieci”.
L’accusa che Amnesty International rivolge all’Italia è di “usare le vite umane come moneta di scambio” bloccando per giorni in mare persone che necessitano di assistenza urgente, impedendo alle ONG di prestare immediato soccorso e impedendo l’accesso al porto più sicuro sul territorio italiano. Riconoscendo alla Libia una propria area SAR (area di ricerca e soccorso) si assiste alla crescita esponenziale di migranti detenuti arbitrariamente negli squallidi centri libici dopo essere stati fermati dalla Guardia Costiera tripolina.
L’UNHCR e la missione internazionale (Unsimil), su mandato Onu, ha continuato a documentare «la condotta spregiudicata e violenta da parte della Guardia Costiera libica nel corso di salvataggi e/o intercettazioni in mare».
In Libia nessuno è sicuro e nei centri di detenzione libici per i migranti “la situazione rischia di diventare esplosiva”, come sottolineato dal rappresentante dell’Alto commissariato dell’Onu per i rifugiati.

DOV’È FINITA LA NOSTRA UMANITÁ?
SALVERE VITE NON E' UN REATO. Le convenzioni internazionali cui l’Italia aderisce, il nostro Codice Civile e il Codice della Navigazione stabiliscono che l’omissione di soccorso è un reato. Di fatto chiudere i porti ai soccorritori significa indurre al reato di omissione di soccorso e augurarsi che l’aumento dei morti in mare riduca le partenze. Partiranno comunque i più disperati, ossia i più bisognosi di soccorso e accoglienza e in tal modo si esporranno ad un maggior rischio di perdere la vita in mare.
ACCOGLIERE. È inderogabile aprire canali regolari di accesso per motivi diversi dalla protezione in modo da evitare che la domanda di asilo sia sostanzialmente l’unico canale di accesso all’Europa. Va per questo attivato un processo di riforma del diritto dell’Unione che introduca una regolamentazione comune degli ingressi regolari di migranti provenienti da Stati terzi per motivi di lavoro, di ricerca di lavoro, di studio e formazione.
INTEGRARE. Si armonizzino maggiormente i sistemi di accoglienza dei richiedenti asilo nei diversi Stati dell’Unione, oggi troppo diversi tra loro, nella direzione indicata dai modelli di accoglienza “diffusa” ed “integrata” nei territori con una gestione affidata alle comunità locali, realizzando in tal modo condizioni di libertà e dignità per i richiedenti asilo e accelerando i processi di integrazione socioculturale.
UNIRE. L’Europa ritrovi la propria identità accogliente, fondata sul rispetto dei diritti umani e sul riconoscimento del diritto di asilo a coloro che sono in fuga da guerre e persecuzioni. Si ponga fine all’indegna criminalizzazione delle organizzazioni umanitarie che, spesso supplendo alle gravi carenze degli Stati, prestano soccorso e assistenza ai migranti nel mare Mediterraneo e lungo le frontiere.

 

Aderiscono all'iniziativa: Fondazione Museke onlus / la Rete - Società Cooperativa Sociale onlus / Fondazione Guido Piccini onlus / Comitato Bresciano di Possibile / Acli Provinciali di Brescia / MCl unione territoriale Brescia-Mantova / CISl Brescia / Amnesty International Brescia / Associazione Colori e sapori / Fraternità Giovani di Ospitaletto - Società Cooperativa Sociale onlus / Cooperativa Sociale Area Soc.Coop.Arl / Consorzio laghi / Asilo Notturno san Riccardo Pampuri Fatebenefratelli onlus / CGll Valle Camonica-Se bino / Amare onlus / LIBERA - Associazioni. Nomi e Numeri contro le mafie Coordinamento provinciale Brescia / Kemay Società Cooperativa Sociale / ANEo Brescia / Associazione Centro Migranti / Noi siamo chiesa / Rosa Bianca / CGll Brescia / Associazione Puerto Escondido l'altro / Pax Christi Punto Pace di Brescia / Cooperativa Tempo libero / Associazione Zastava - Brescia per la Solidarieta' Internazionale onlus / Cooperativa Sociale K-Pax / Associazione Resilienza - Centro Interculturale Diritti e Cittadinanza / Casa Giona - Parrocchia Ss, Salvatore di Bruno / Puerto Escondido Yakaar Soc. Coop Sociale onlus / ANolF Brescia / Associazione Donne di Cuori / Federazione Sinistra Italiana Brescia / Punto Missione onlus / Associazione ADl a Zavidovici onlus / Associazione Purple Pianet - Pianeta Viola / Babamondo onlus Reuato / Non Solo Noi APS Reuato / Gasbeato - gruppo acquisto solidale di Collebeato / Fo,B,A.P. onlus / APASCI onlus 

 


Condividi sui social network
   
 
       
       
       
  Attivit√†  | Battaglie sociali  | Rassegna stampa  | Comunicati stampa  | Documenti e progetti  | Eventi  
       
 
       
  Battaglie sociali
 
       
       
       
  Rassegna stampa
 
       
       
       
  Comunicati stampa
 
       
       
       
  Documenti e progetti
 
       
       
       
  Eventi e iniziative
 
       
       
       
  Ven/14 - 20:00 Ritiro di Avvento della zona Valtrompia  
       
  Sab/15 - 08:00 Natale del Turista a Lodi  
       
  Sab/15 - 09:00 Ritiro di Natale per gli impegnati nel sociale e politico  
       
  Sab/15 - 18:30 25esimo del Circolo a San Polo e 70esimo a Botticino  
       
  Lun/17 - 18:00 Assemblea dei presidenti di circolo  
       
  Mar/18 - 20:45 Progetto Insieme si pu√≤ fare School  
 
© 2010 - Associazioni Cristiane Lavoratori Italiani ACLI - Sede provinciale di Brescia
Via Corsica, 165 25125 - BRESCIA Tel. 030-2294012 - Fax 030-2294025 - C.F. 80017670177 - Email - Web credits - Privacy